.
Annunci online

Come se l'è cav.ata?
Il cav. ha cominciato questa campagna elettorale nelle stesse condizioni di strafavorito - invidiabili dal punto di vista delle aspettative ma delicate dal punto di vista della strategia - nelle quali era Prodi durante la precedente campagna elettorale (o anche la stessa Hillary Clinton per tutto il 2007).

In tali condizioni, si possono fare due tipi di scelte: volare alto - da i massimi sistemi in su; parlando già da Presidente Incaricato, permettendosi di dettare l'agenda del dibattito elettorale indipendentemente da ciò che fa e dice l'avversario, facendo magnanime concessioni cesaristiche. Il vantaggio di questa alternativa è evidentemente convincere l'elettorato della propria inevitabilità, senza allo stesso tempo doversi sporcare le mani, mostrando il proprio lato meno piacevole. Lo svantaggio è che si corre il rischio di perdere il contatto con la realtà, e con gli elettori, espondendo troppo il fianco alle potenziali sorprese (vedi l'ICI con cui il cav. lasciò prodino a bocca aperta nel 2006, o l'Obamania che sta affossando la Clinton).

Altrimenti si può scegliere di condurre la campagna elettorale come se si partisse alla pari, in trincea dal primo all'ultimo giorno, rispondendo colpo su colpo all'avversario, approfittando di ogni svista, gaffe, o debolezza; senza risparmiarsi le solite mosse elettoralistiche con margini di profitto a breve termine molto alti - e rispettivi rischi. I vantaggi: non si rischia di sottovalutare l'avversario; si punta non solo a vincere, ma a mantenere intatto il proprio vantaggio, senza fare all'avversario (o alla realtà) alcuna concessione che potrebbe trasformarsi in voti persi. Il rischio è quello di rimanere impantanati nelle piccolezze della campagna elettorale, finendo per trasformare la finzione strategica di pareggio in realtà.

E' evidente che Berlusconi ha scelto questa seconda strada: basti considerare i casi più eclatanti, in ordine cronologico Ciarrapico, la precaria, Alitalia, e la questione dei dibattiti televisivi. Quando il PdL scelse di candidare Ciarrapico, è probabile che il vantaggio fosse tale da rendere i voti ciociari del Ciarra superflui. Un eccesso di zelo, insomma. Il paradosso è che quell'eccesso di zelo, adesso, appare invece un sacrificio necessario: il cav. ha davvero bisogno di quei voti nel Lazio, soprattutto al Senato. Ma questa situazione si è venuta a determinare in parte proprio per scelte discutibili come la candidatura di Ciarrapico.

Per la precaria il discorso è diverso: lì Berlusconi si è ri-mostrato nelle vesti goliardiche che abbiamo imparato a conoscere negli anni; e che così generosamente hanno pagato campagna elettorale dopo campagna elettorale dal '93 ad oggi. Avesse scelto di volare alto, il cav. si sarebbe potuto evitare sia l'imbarazzo di Ciarrapico che di mostare, ancora una volta, il proprio volto più efficace ma anche più spiacevole.

Su Alitalia, il cav. non ha voluto rischiare di irritare la Lega su Malpensa o AN sull'italianità, finendo per combinare un gran pasticcio mediatico (il vero pasticcio politico - costringere Spinetta a farsi da parte - è ancora evitabile), col momento più basso, senza dubbio, l'aver tirato in ballo i propri figli come possibili 'salvatori'.

Infine, i dibattiti televisivi: un vero Cesare non avrebbe posto paletti, ci sarebbe stato anche alle condizioni dell'avversario, per poi annichilirlo - cosa che, sinceramente, non dubitiamo sia nelle facoltà del cav, specialmente se dall'altra parte c'è Walter Veltroni.

Insomma Berlusconi ha scelto di condurre questa campagna elettorale con l'elmetto, andando all'attacco - alle volte all'arma bianca - pur di difendere il proprio vantaggio. L'operazione è stata spiacevole, e sembra essergli costata un po' di voti. Ma la baracca sembra aver retto: la Camera sarà sua e al Senato, nel peggiore degli scenari, avrà comunque una ventina di senatori in più del Partito Democratico.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. silvio berlusconi

permalink | inviato da nullo il 29/3/2008 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

nullo's feed

nullis [at] gmail.com







COOPETITION
Nullo e Abr: Sottili le differenze, opposte le linee; Competizione e Rispetto.













 



Campagna contro i CAPTCHA ottici