.
Annunci online

IBROX



permalink | inviato da nullo il 24/4/2008 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
7-2

Di seguito la classifica dei dieci stati USA piu’ popolosi:

1) California

2) Texas

3) New York

4) Florida

5) Illinois

6) Pennsylvania

7) Ohio

8) Michigan

9) Georgia

10) North Carolina

In blu quelli vinti da Hillary, in verde quelli vinti da Obama (in North Carolina si vota il 6 Maggio). Dedicato a quelli che si sono giustamente lamentati per l'assenza di celebrazioni su questo blog.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Hillary Rodham Clinton

permalink | inviato da nullo il 23/4/2008 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Mieli, Veltroni, Di Pietro: errori di valutazione
Sul Corriere di ieri Mieli sostiene che "la pur discutibile decisione [di Veltroni] di lasciar spazio alla lista di Antonio Di Pietro si è dimostrata, quantomeno sotto il profilo tattico, azzeccata". Non e' cosi': non solo l'alleanza con Di Pietro non ha, ovviamente, pagato dal punto di vista della sfida a Berlusconi: piu' di nove punti percentuali di distacco hanno confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che Veltroni non ha mai avuto alcuna possibilita' di diventare Presidente del Consiglio - non saremo quindi cosi' ingenerosi nei suoi confronti da ritenere che fosse quella la ragione dell'alleanza con l'Italia dei Valori.

Coalizzarsi con Di Pietro, pero', non ha nemmeno aiutato il risultato del PD alla Camera: ai voti persi alla propria destra e all'astensione causa alleanza con i manettari (stimabili in piu' di mezzo milione) vanno aggiunti i voti utili che gli elettori di sinistra hanno dato all'Italia dei Valori pur di sostenere l'unica alternativa a Berlusconi (un altro mezzo milione, almeno): se il Partito Democratico fosse andato da solo, e' probabile che avrebbe comunque raccolto la maggior parte di quei voti utili anti-berlusconiani.

Ma e' al Senato - dove i premi di maggioranza sono assegnati su base regionale - che l'alleanza con Di Pietro avrebbe dovuto fare la differenza, aiutando il PD a vincere regioni - e relativi premi di maggioranza - che da solo non avrebbe avuto la possibilita' di conquistare. Ma consultando i dati al Senato regione per regione si scopre che l'unica regione in cui l'alleanza con l'Italia dei Valori ha fatto la differenza e' il Molise: in tutte le altre regioni, o ha vinto il PdL, oppure Veltroni ha vinto con un margine tale da rendere l'alleanza con l'Italia dei Valori superflua. Ma siccome il Molise ha comunque eletto un Senatore per parte (e quello di Veltroni e' pure andato all'Italia dei Valori), anche li' il PD non ci ha guadagnato niente dall'alleanza con Di Pietro.

Possiamo dunque concludere che al Senato Veltroni non ha guadagnato nemmeno un seggio alleandosi con l'IdV. E che alla Camera il ticket con Di Pietro gli e' costato intorno al milione di voti, quantificabili in 3 punti percentuali - e una ventina di deputati. Non esattamente cio' che io definirei 'una decisione azzeccata sotto il profilo tattico'.
su Giornalettismo...
...Nullo commenta il risultato del PD



permalink | inviato da nullo il 18/4/2008 alle 12:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Bruciamo Scajola (just in case)
30 Giugno 2002, Claudio Scajola: «Non fatemi parlare. Figura centrale Biagi? Fatevi dire da Maroni se era una figura centrale: era un rompicoglioni che voleva il rinnovo del contratto di consulenza».

Non che io creda davvero che prenderanno di nuovo in considerazione Scajola come Ministro dell'Interno, come sembra suggerire Repubblica. Però, visto il personaggio, let's not take any chances






permalink | inviato da nullo il 17/4/2008 alle 14:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
the others
Sommate coloro che non hanno il diritto formale di votare - immigrati e minorenni - a coloro che sono, nella sostanza, incapacitati ad esercitare tale diritto - molti anziani, malati, ed invalidi; sommate loro chi a votare non c'è andato (affluenza all'80,47%); aggiungeteci schede nulle e bianche, e più di tre milioni di voti andati a partiti che non hanno raggiunto la soglia necessaria per accedere al Parlamento. Vien fuori che il Parlamento appena eletto rappresenta poco più di metà della società italiana: 32.800.866 su una popolazione totale che, secondo le stime di nullo sugli ultimi dati istat, dovrebbe aver raggiunto i 60milioni proprio in questo periodo.



permalink | inviato da nullo il 15/4/2008 alle 14:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
billionaire businessman
Ero fermo al semaforo mentre il radiogiornale delle sei raccontava al Regno che oggi, in Italia, si votava. Radio4 ha introdotto i due principali candidati premier come "Silvio Berlusconi, billionaire businessman" e "Walter Veltroni, former Mayor of Rome". E allora mi e' venuto da pensare che quando la BBC parlava, che ne so, della possibile candidatura di Bloomberg alla Presidenza, certo non diceva "Michael Bloomberg, billionare businessman"; non si sarebbe mai permessa, la BBC. Figurati, facts are sacred and all that... Michael Bloomberg e' solo e sempre 'Sindaco di New York'. Ma allora perche', alla BBC, Silvio Berlusconi non e' 'twice former Prime Minister'? Oppure magari anche semplicemente 'leader of Italy's largest party for the last fifteen years'?
Cose da pazzi: mettersi a difendere l'onorabilita' di Berlusconi; attaccando uno dei bastioni storici della libera informazione; proprio durante le ultime ore di liberta' prima che l'Italia torni di nuovo sotto l'insopportabile giogo del parvenu impomatato. Sara' l'ora tarda; sara' il senso di colpa. Sara' che da domani dovrai sorbirti la compassione di tutti gli altri, tutti quelli che vengono da paesi normali il cui Primo Ministro non e' un 'billionaire businessman'. Sara' che, da una parte, non te la senti davvero di dargli torto: it's a bloody joke; it ain't even funny; and you know it. Eppure quella versione dei fatti banale e sempliciotta - che coglierai nelle parole e nei gesti di persone altrimenti molto intelligenti quando da domani ti faranno le condoglianze per il Primo Ministro 'billionaire businessman' come se avessero appena scoperto che tua moglie ha il cancro - ti fa girare i coglioni, eccome.

P.S. per tutti coloro che continuano ad arrivare a questo blog cercando 'Marianna Madia', quello che vi segnala google e' qui.



permalink | inviato da nullo il 14/4/2008 alle 1:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
34,37%
Superare il 34,37% alla Camera e' il risultato di cui Veltroni potrebbe volentieri accontentarsi. Perche' quello e' il risultato migliore mai raggiunto dal Partito Comunista Italiano nella storia della Repubblica, alle politiche del '76. Se poi pensate che non sia giusto paragonare il PD al PCI, perche' i democratici hanno fatta propria, senza riserve, la tradizione democristiana, allora considerate che nel '76 DC e PCI presero, insieme, il 73,08% dei voti. Se davvero a Walter riuscisse uno scherzo del genere, gli regaliamo di tasca nostra la pelle nera e il middlename musulmano.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PD PCI DC Veltroni

permalink | inviato da nullo il 9/4/2008 alle 13:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
26-0
Hillay Rodham Clinton e Barack Obama si sono già scontrati in 24 (v-e-n-t-i-q-u-a-t-t-r-o) dibattiti, tutti tranne uno trasmessi in diretta. Ce ne sono almeno altri due in programma prima del voto del 22 Aprile in Pennsylvania. E ce ne saranno probabilmente altri, se Hillary non getterà la spugna. E non stiamo neanche parlando dei due candidati alla presidenza, ma 'solo' dei candidati alla nomination democratica.
Silvio Berlusconi e Walter Veltroni, i due principali candidati premier, non si sono ancora mai scontrati in un dibattito e oggi è arrivata la conferma che mai si scontreranno, visto che anche a Matrix verranno intervistati in successione. American democracy beats Italian democracy 26-0, I guess (and the game ain't even over).

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. US Italia Berlusconi Veltroni Obama Hillary

permalink | inviato da nullo il 8/4/2008 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
News Corp. backs Obama
Is this the end, my friend? Mark Penn lascia. Ma soprattutto: lo scoop del WSJ che lo ha costretto alle dimissioni arriva nella stessa settimana in cui vien fuori che Elisabeth Murdoch sta organizzando un fund-raising event per Obama a Londra. C'e' bisogno vi dica chi sia Elisabeth Murdoch? C'e' bisogno vi dica chi siano i nuovi proprietari del WSJ? You guessed it: Obama sembra aver ottenuto il sostegno of the world leading media empire, News Corp. E chiunque abbia un minimo di familiarita' con la politica britannica degli ultimi quindici anni sa bene cosa cio' significhi, in termini di prospettive politiche.
il senso delle proporzioni
Il primo punto del programma elettorale della lista "Aborto? No grazie":

Promuovere legislativamente il dovere di seppellire tutti i bambini abortiti nel territorio nazionale, in qualunque fase della gestazione e per qualunque motivo. Le spese sono a carico del pubblico erario.

per bare, m&m's

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. "Aborto? No grazie" Giuliano Ferrara

permalink | inviato da nullo il 3/4/2008 alle 18:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Giornalettismo's back!
Giornalettismo e' (ri)nato; ed e' aperto ai contributi - remunerati - di tutti: collaborate!

questo il feed

Qui una dichiarazione d'intenti del Direttore

Qui un'analisi del welfare svedese, dalla quale emerge che un qualunque disoccupato svedeve guadagna piu' di molti laureati italiani

Qui un mio contributo, sul (presunto) 'nuovo Berlusconi' di questa campagna elettorale



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giornalettismo

permalink | inviato da nullo il 3/4/2008 alle 12:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
VOTA NULLO!!!
Grazie a LibMagazine per avermi dato l'opportunita' di usare una frase che da sola giustifica il nome di questo blog. Allora, indicazioni di voto:

- andate qui e votate Nullo come blog del mese ai LibMagazineBlogAwards

- Nullo non si presenta alle elezioni, ma tanti amici pensano che, ciononostante, voi dobbiate votare nullo; io invece non andro' proprio a votare; si puo' anche andare e lasciare scheda bianca; oppure andare e far mettere a verbale di rifiutare la scheda. la differenza in termini politici tra queste quattro opzioni mi sembra molto interessante, per questo non la discutero' qui

- dovesse il voto nullo superare, come previsto, la soglia del 4%, prendero' in considerazione di andare in parlamento a rappresentare quelli troppo stupidi per azzeccare le procedure di voto, e quelli troppo incazzati per resistere alla tentazione di scarabocchiare la scheda (penso di avere una certa familiarita' con le priorita' di entrambi)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Nullo voto nullo

permalink | inviato da nullo il 2/4/2008 alle 17:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
reclaiming Jesus Christ



Lo spot non è granchè dal punto di vista della realizzazione - non hanno azzeccato nè la musica nè il tono della voce fuori campo, e nemmeno i volti di Cristo; bello invece il riferimento al 'drawing a line in the sand'. Ambigua anche la strategia: riappropriarsi della figura del Cristo 'rubata' dalla Chiesa, senza allo stesso tempo rinunciare a strizzar l'occhio all'elettorato cattolico. Però non c'è dubbio che, nella sua assurda semplicità, la tesi enunciata sia vera.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Partito Socialista Cristo

permalink | inviato da nullo il 1/4/2008 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

nullo's feed

nullis [at] gmail.com







COOPETITION
Nullo e Abr: Sottili le differenze, opposte le linee; Competizione e Rispetto.













 



Campagna contro i CAPTCHA ottici